Una ripresa alla grande per il club padovano, alla luce delle due annate di sospensione causate dal Covid-19, che proprio domenica riparte con la tradizionale “Pedalata di Apertura” aperta a tutti.

Tombolo (Padova) – Quella che sta per iniziare domenica 3 aprile coincide per il benemerito Veloce Club Tombolo 1974 con il suo 48° anno di attività. Una ripresa alla grande per il club padovano, alla luce delle due annate di sospensione causate dal Covid-19, che proprio domenica riparte con la tradizionale "Pedalata di Apertura" aperta a tutti. Un appuntamento attesissimo e beneaugurante il cui ritrovo è stato fissato a Tombolo in Piazza San Pio X. La manifestazione sarà inaugurata alle ore 8.30 con la celebrazione della Santa Messa e la benedizione degli atleti e delle bici sulla scalinata della Chiesa Parrocchiale e proseguirà quindi con le foto di rito. Alle 9.15 è prevista la partenza della carovana multicolore composta da atleti, dirigenti, simpatizzanti e amici, scortata dalle motostaffette Vc Tombolo. Sarà impegnata sul classico percorso turistico di 25 chilometri fino a Valle Santa Felicita di Romano d'Ezzelino (Vicenza), nel grande piazzale dalla Mena alle pendici del Massiccio del Grappa, dove è stato preparato il ristoro in collaborazione della Pro Loco di Tombolo per i partecipanti ma anche per i loro famigliari e amici, attesi anche con mezzi personali, con al seguito il fotografo e storico socio Ennio Lago. Chi lo vorrà potrà poi proseguire la propria escursione ciclistica lungo il Monte Grappa o la Pedemontana oppure rientrare a Tombolo sempre in gruppo o in auto o il furgone messo a disposizione dal Vc Tombolo. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà la successiva domenica 10 aprile.

Il sodalizio di Tombolo è nato il 29 novembre 1974 da un gruppo di appassionati (tra loro i compianti presidente-fondatore del Cittadella Calcio, Angelo Gabrielli e l’ex sindaco e presidente della Provincia di Padova, Avvocato Giacomo Pontarollo) che ha dedicato le proprie attenzioni alle categorie giovanili (giovanissimi, esordienti, allievi dei settori femminile e maschile) e ottenendo anche importanti risultati nel settore cicloturistico-amatoriale dove opera un gruppo molto attivo. Di rilievo l’organizzazione di eventi internazionali organizzati dal Vc Tombolo come le gare in linea, le tappe dei Giri, il Challenge, il Galà di Presentazioni e delle Premiazioni, nonché le collaborazioni ed i gemellaggi interdisciplinari con molte associazioni e atleti (tra cui il'As Cittadella). Il Veloce Club Tombolo ha svolto anche attività promozionale nelle scuole territoriali ponendo sempre attenzione ai valori morali e la bacheca-societaria annovera coppe, trofei, riconoscimenti, tra cui spiccano la Medaglia di Bronzo del Presidente della Repubblica, la Stella d’Argento Coni e quella d'Argento della Federazione Ciclistica Italiana. L’organigramma del sodalizio è composto dal presidente Amedeo Pilotto; dallo storico vice-esecutivo Sergio Pivato; dal presidente onorario Antonio Beghetto; dal segretario Luca Mattietti; da i consiglieri Bruno Pilotto, Aldo Stragliotto, Maurizio Pilotto, Attilio Barban, Andrea Andretta, Manfredo Dorella, Giancarlo Pivato e il socio Andrea Pivato. La consulenza-tecnica delle gare è affidata al direttore di corsa professionisti della Fci, Pierluigi Basso e al titolato direttore sportivo Flavio Miozzo. Oltre alle gare giovanili dal 2002 ha promosso il Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata (composto d importanti corse riservate agli elite e under 23), la classica Alta Padovana Tour in verifica di rilancio dopo i due anni Covid e la collaborazione-tecnica al Giro del Medio Brenta. Il club, infine, organizza l'autunnale "Gala di Premiazione" con la consegna dei vari Premi del Grand Prix, tra cui quello riservato a Sport-Cultura e al Dirigente Sportivo dell'Anno. Iniziativa che dispone di un prestigioso Albo d'Oro e propone molteplici manifestazioni preparate dal Colonnello Giancarlo Andolfatto e dallo sportivissimo Alessio Berti.

Francesco Coppola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Veneto - Parte domenica 3 aprile la stagione del VC Tombolo 1974

Una ripresa alla grande per il club padovano, alla luce delle due annate di sospensione causate dal Covid-19, che proprio domenica riparte con la tradizionale "Pedalata di Apertura" aperta a tutti.

Tombolo (Padova) - Quella che sta per iniziare domenica 3 aprile coincide per il benemerito Veloce Club Tombolo 1974 con il suo 48° anno di attività. Una ripresa alla grande per il club padovano, alla luce delle due annate di sospensione causate dal Covid-19, che proprio domenica riparte con la tradizionale "Pedalata di Apertura" aperta a tutti. Un appuntamento attesissimo e beneaugurante il cui ritrovo è stato fissato a Tombolo in Piazza San Pio X. La manifestazione sarà inaugurata alle ore 8.30 con la celebrazione della Santa Messa e la benedizione degli atleti e delle bici sulla scalinata della Chiesa Parrocchiale e proseguirà quindi con le foto di rito. Alle 9.15 è prevista la partenza della carovana multicolore composta da atleti, dirigenti, simpatizzanti e amici, scortata dalle motostaffette Vc Tombolo. Sarà impegnata sul classico percorso turistico di 25 chilometri fino a Valle Santa Felicita di Romano d'Ezzelino (Vicenza), nel grande piazzale dalla Mena alle pendici del Massiccio del Grappa, dove è stato preparato il ristoro in collaborazione della Pro Loco di Tombolo per i partecipanti ma anche per i loro famigliari e amici, attesi anche con mezzi personali, con al seguito il fotografo e storico socio Ennio Lago. Chi lo vorrà potrà poi proseguire la propria escursione ciclistica lungo il Monte Grappa o la Pedemontana oppure rientrare a Tombolo sempre in gruppo o in auto o il furgone messo a disposizione dal Vc Tombolo. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà la successiva domenica 10 aprile.

Il sodalizio di Tombolo è nato il 29 novembre 1974 da un gruppo di appassionati (tra loro i compianti presidente-fondatore del Cittadella Calcio, Angelo Gabrielli e l’ex sindaco e presidente della Provincia di Padova, Avvocato Giacomo Pontarollo) che ha dedicato le proprie attenzioni alle categorie giovanili (giovanissimi, esordienti, allievi dei settori femminile e maschile) e ottenendo anche importanti risultati nel settore cicloturistico-amatoriale dove opera un gruppo molto attivo. Di rilievo l’organizzazione di eventi internazionali organizzati dal Vc Tombolo come le gare in linea, le tappe dei Giri, il Challenge, il Galà di Presentazioni e delle Premiazioni, nonché le collaborazioni ed i gemellaggi interdisciplinari con molte associazioni e atleti (tra cui il'As Cittadella). Il Veloce Club Tombolo ha svolto anche attività promozionale nelle scuole territoriali ponendo sempre attenzione ai valori morali e la bacheca-societaria annovera coppe, trofei, riconoscimenti, tra cui spiccano la Medaglia di Bronzo del Presidente della Repubblica, la Stella d’Argento Coni e quella d'Argento della Federazione Ciclistica Italiana. L’organigramma del sodalizio è composto dal presidente Amedeo Pilotto; dallo storico vice-esecutivo Sergio Pivato; dal presidente onorario Antonio Beghetto; dal segretario Luca Mattietti; da i consiglieri Bruno Pilotto, Aldo Stragliotto, Maurizio Pilotto, Attilio Barban, Andrea Andretta, Manfredo Dorella, Giancarlo Pivato e il socio Andrea Pivato. La consulenza-tecnica delle gare è affidata al direttore di corsa professionisti della Fci, Pierluigi Basso e al titolato direttore sportivo Flavio Miozzo. Oltre alle gare giovanili dal 2002 ha promosso il Trofeo Internazionale Grand Prix Città Murata (composto d importanti corse riservate agli elite e under 23), la classica Alta Padovana Tour in verifica di rilancio dopo i due anni Covid e la collaborazione-tecnica al Giro del Medio Brenta. Il club, infine, organizza l'autunnale "Gala di Premiazione" con la consegna dei vari Premi del Grand Prix, tra cui quello riservato a Sport-Cultura e al Dirigente Sportivo dell'Anno. Iniziativa che dispone di un prestigioso Albo d'Oro e propone molteplici manifestazioni preparate dal Colonnello Giancarlo Andolfatto e dallo sportivissimo Alessio Berti.

Francesco Coppola