Il campione del mondo dell’inseguimento non riesce nell’impresa di vestire anche l’iride nella cronometro cedendo, sul traguardo di Stirling, solo al belga.

GLASGOW – Brilla l’argento di Filippo Ganna nella cronometro dei campionati del mondo di Glasgow, per il valore della prestazione e il nome del vincitore, Remco Evenepoel, che si sfila la maglia iridata in linea per vestire quella contro il tempo e conquistare un titolo a cronometro che è sempre sfuggito ai corridori belgi.

Sul difficile percorso di Stirling la lotta per la vittoria si risolve in un duello a distanza tra Filippo e il 23enne fiammingo. Sul terzo gradino del podio sale un giovanissimo talento della scuola britannica, Joshua Tarling, sul traguardo staccato di 38″.

Ottavo posto di Mattia Cattaneo, a 1’56″78.

Ganna: “Sono da due settimane qui in Scozia, tra pista e la crono di oggi ho vinto tre medaglie. Non posso che essere contento. Non ho nulla da recriminare, ma solo fare i complimenti a Remco, che questa volta è andato più forte.

Delusione? “L’oro è meglio dell’argento, ma devo dire che alla fine la prestazione c’è stata, altri corridori che puntavano alla medaglia sono finiti dietro. E’ difficile mettere insieme pista e strada. Sono due esercizi differenti. Lì ti giochi tutto in 4 minuti, nella crono in un’ora. Sono felice per quanto fatto.
Non sento e non ho sentito il peso delle responsabilità. Penso solo a fare bene il mio lavoro. Sono il simbolo del ciclismo italiano? Per il momento sono stanco e non saprei cosa dire. Mi rendo conto che molte persone sono contente per le mie vittorie e questo mi dà stimoli per fare meglio. Non guardo più lontano dei prossimi giorni, che vuol dire Vuelta.”

Mattia Cattaneo: “Con i nomi in gara questa top 10 è un ottimo risultato. Il vento ha condizionato la gara. Sono contento perché penso di aver fatto la migliore crono della mia carriera.”

Marco Velo: “Credo che Filippo abbia fatto una delle migliori prestazioni a cronometro. Per questo motivo non possiamo che fare i complimenti al vincitore e prendere quanto di buono è arrivato in questi giorni. Il vento sicuramente ha giocato un ruolo importante. Filippo è più grande di Remco e offre maggiore resistenza… e questo può aver influito alla fine.

Chiudiamo il mondiale crono con 1 oro, un argento e un bronzo. Abbiamo, e credo sia questa la cosa più importante, anche fatto tanta esperienza con i giovani. Siamo molto soddisfatti.”

foto SprintCyclingAgency

{“type”:”container”,”config”:{“layout”:”type2-1″,”child01″:{“type”:”video”,”config”:{“eref”:”youtubevideo:f2a15db5-e23b-48a2-81c3-f9fa1df84cb5″,”showProportional”:false,”interactive”:false,”showTitle”:false,”showSubtitle”:false,”title”:null,”subtitle”:null},”id”:”block_video_1691789254887_1972″,”extraCss”:””,”hrefEnabled”:false,”href”:null,”hrefTarget”:null,”blockSizing”:”default”,”blockCaliber”:”auto”,”blockFloating”:null,”appearAnimation”:null},”child02″:{“type”:”video”,”config”:{“eref”:”youtubevideo:19ec8ffa-585a-4a89-8d6f-446d40362fa5″,”showProportional”:false,”interactive”:false,”showTitle”:false,”showSubtitle”:false,”title”:null,”subtitle”:null},”id”:”block_video_1691789259520_5998″,”extraCss”:””,”hrefEnabled”:false,”href”:null,”hrefTarget”:null,”blockSizing”:”default”,”blockCaliber”:”auto”,”blockFloating”:null,”appearAnimation”:null},”child03″:null,”child04″:null,”child05″:null},”id”:”block_container_1691789251805_8608″,”extraCss”:””,”hrefEnabled”:false,”href”:null,”hrefTarget”:null,”blockSizing”:”default”,”blockCaliber”:”auto”,”blockFloating”:null,”appearAnimation”:null}