Si informano tutti i Comitati Regionali, i responsabili regionali delle CRDCS, i Direttori di Corsa e le Motostaffette che, come da  comunicazione della Segreteria Generale prot. N° 6099/18 del  30 Ottobre 2018, il Consiglio Federale nella riunione del 25 Ottobre c.a. ha approvato, come richiesto dalla CNDCS, la modifica degli art. 134 e 141 come sottoelencati ed evidenziati in neretto:

Art. 134

Può essere concessa l’autorizzazione alla presenza in gara a moto e/o scooters con cilindrata minima 125 cc. I conducenti delle moto, tesserati e non, svolgeranno i compiti organizzativi che saranno loro affidati dal Direttore di Corsa.

I servizi di Moto Giuria, Radiocorsa, Foto/Video, Moto Lavagna, Moto Cambio Ruote, Moto Rifornimento e Moto Direttore di Corsa dovranno essere svolti esclusivamente da Motostaffette e/o Scorte Tecniche abilitate e tesserate come tali.

Art. 141

I conducenti delle auto e delle moto al seguito delle corse, oltre al rispetto delle precedenze indicate dagli articoli 139 e 140, dovranno attenersi alle seguenti disposizioni:

a. procedere sul lato destro della strada, salvo che al momento del sorpasso dei corridori che deve essere autorizzato dalla Giuria, nelle gare nazionali ed internazionali, dal Direttore di Corsa o in sua assenza da un Componente del Collegio di Giuria, nelle gare regionali, ed effettuato con l’adozione dei necessari criteri di prudenza;

Inoltre, per svolgere nel modo migliore il proprio ruolo, in determinati momenti della gara è concesso ai motoveicoli di circolare sul lato sinistro della strada;

b. occupare sempre una posizione di almeno 100 metri prima della testa dei corridori;

c. non intromettersi fra due gruppi di corridori fino a quando non siano separati da almeno un minuto e solo dopo specifica autorizzazione;

d. superare con tempismo e con la necessaria velocità, per non costituire alcun vantaggio per i corridori superati;

e. non sorpassare per alcun motivo i corridori negli ultimi 10 km;

f. manifestare il proprio intendimento di procedere al sorpasso lanciando segnali alternati ai preposti alla direzione della corsa;

 

Il Presidente della C.N.D.C.S.

Roberto Sgalla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MODIFICHE ARTICOLI R.T.A.A.

Comunicato N. 12 del 31/10/18

Si informano tutti i Comitati Regionali, i responsabili regionali delle CRDCS, i Direttori di Corsa e le Motostaffette che, come da  comunicazione della Segreteria Generale prot. N° 6099/18 del  30 Ottobre 2018, il Consiglio Federale nella riunione del 25 Ottobre c.a. ha approvato, come richiesto dalla CNDCS, la modifica degli art. 134 e 141 come sottoelencati ed evidenziati in neretto:

Art. 134

Può essere concessa l’autorizzazione alla presenza in gara a moto e/o scooters con cilindrata minima 125 cc. I conducenti delle moto, tesserati e non, svolgeranno i compiti organizzativi che saranno loro affidati dal Direttore di Corsa.

I servizi di Moto Giuria, Radiocorsa, Foto/Video, Moto Lavagna, Moto Cambio Ruote, Moto Rifornimento e Moto Direttore di Corsa dovranno essere svolti esclusivamente da Motostaffette e/o Scorte Tecniche abilitate e tesserate come tali.

Art. 141

I conducenti delle auto e delle moto al seguito delle corse, oltre al rispetto delle precedenze indicate dagli articoli 139 e 140, dovranno attenersi alle seguenti disposizioni:

a. procedere sul lato destro della strada, salvo che al momento del sorpasso dei corridori che deve essere autorizzato dalla Giuria, nelle gare nazionali ed internazionali, dal Direttore di Corsa o in sua assenza da un Componente del Collegio di Giuria, nelle gare regionali, ed effettuato con l’adozione dei necessari criteri di prudenza;

Inoltre, per svolgere nel modo migliore il proprio ruolo, in determinati momenti della gara è concesso ai motoveicoli di circolare sul lato sinistro della strada;

b. occupare sempre una posizione di almeno 100 metri prima della testa dei corridori;

c. non intromettersi fra due gruppi di corridori fino a quando non siano separati da almeno un minuto e solo dopo specifica autorizzazione;

d. superare con tempismo e con la necessaria velocità, per non costituire alcun vantaggio per i corridori superati;

e. non sorpassare per alcun motivo i corridori negli ultimi 10 km;

f. manifestare il proprio intendimento di procedere al sorpasso lanciando segnali alternati ai preposti alla direzione della corsa;

 

Il Presidente della C.N.D.C.S.

Roberto Sgalla