A Ponte a Egola in scena la terza e ultima prova del progetto nato grazie alla proposta del consigliere nazionale Fabrizio Cazzola e del Presidente della Commissione giovanile della FCI Roberto Fontini

Mercoledì 7 giugno è andata in scena la terza e ultima prova Toscana del progetto “Abilità Italia” nato grazie alla proposta del consigliere nazionale Fabrizio Cazzola e del Presidente della Commissione giovanile della FCI Roberto Fontini, al fine di limitare l’abbandono, sviluppare le abilità tecniche e dare continuità alle attività nel passaggio di categoria. La manifestazione organizzata a Ponte a Egola (PI) dalla Ciclistica San Miniato-Santa Croce sull’Arno ha riscosso apprezzamento e successo. Come è noto l’iniziativa come da specifico comunicato è nata per limitare il drop out tra le categorie Giovanissimi (G6) e quelle Esordienti maschili e femminili, consentendo ai ragazzi in fase di maturazione, in possesso di elevate abilità tecniche, di prendere parte ad un Campionato Italiano.

Ed ancora orientare la preparazione verso le abilità tecniche in bicicletta, ancora molto importanti tra i 12 ed i 14 anni d’età, rispetto a quelle condizionali (resistenza e forza) e dare continuità e consequenzialità alle attività proposte in particolare nel passaggio dalle categorie Giovanissimi a quelle Esordienti.

Lo sviluppo della gara si è articolato su 2 prove di qualificazione cronometrate abilità/sprint, con i primi 8 tempi qualificati ai quarti di finale come da regolamento (fase finale a inseguimento individuale ad eliminazione diretta con punteggio doppio). Presenti un bel gruppo di concorrenti e successo per l’esordiente Giacomo Di Stefano (UC Empolese) per primo anno e dell’esordiente Stefano Niccolini (Pedale Senese) per il 2° anno.

Al termine delle 3 prove della challenge risultano vincitori della classifica generale Abilità Italia Toscana e ottengono la convocazione al Campionato Italiano strada in rappresentativa Toscana, ES 1anno Riccardo Frosini (Olimpia Valdarnese) e ES 2 anno Stefano Niccolini (Pedale Senese). Nel caso i vincitori fossero già presenti tra i convocati della rappresentativa regionale, verrà selezionato il successivo atleta che segue nella classifica generale Abilità Italia e che non risulta nella lista della rappresentativa Regionale.