Esaminata la documentazione pervenuta dal Collegio dei Commissari di gara, si provvede alla omologazione delle seguenti gare, rendendo noti gli eventuali provvedimenti adottati.

Delibera del Giudice Sportivo Nazionale

Vista la decisione della II sezione del Tribunale Nazionale Antidoping in ordine all’addebito ascritto all’atleta Danilo Di Luca infliggeva lui la sanzione della squalifica a vita e dichiarava l'invalidazione dei risultati da lui conseguiti, successivamente al prelievo biologico del 29.04.2013, e più precisamente nelle tappe del 96° Giro d’Italia che ha avuto luogo in data 04/26 maggio 2013

Visto il proprio provvedimento pubblicato con Comunicato n. 08 del 24.06. 2013 con il quale si omologavano le gare suddette

Visto il proprio provvedimento pubblicato con Comunicato n.1 del 30.01.2014 con il quale il suddetto atleta veniva escluso dall'ordine di arrivo del 96° Giro d’Italia svoltesi in data 04/26 maggio 2013 con le relative conseguenze, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi

Delibera la modifica del provvedimento di omologazione pubblicato con Comunicato n. 01 del 30.01.2014 mediante l'esclusione dell’atleta Danilo Di Luca dagli di arrivo delle tappe del 96° Giro d’Italia svoltesi in data 04/26 maggio 2013 e in base all’art. 7 lettera a) dell’Appendice Federale alle Norme Sportive Antidoping dichiara vacanti le posizioni conseguite dall’atleta Danilo Di Luca: 1^ tappa (113° classificato) – 04.05.2013; 2^ tappa (cronometro a squadre) (5° classificato) – 05.05.2013; 3^ tappa (66° classificato) – 06.05.2013; 4^ tappa (24° classificato) – 07.05.2013; 5^ tappa (99° classificato) – 08.05.2013; 6^ tappa (131° classificato) – 09.05.2013; 7^ tappa (3° classificato) – 10.05.2013; 8^ tappa (cronometro individuale) (90° classificato) – 11.05.2013; 9^ tappa (7° classificato) – 12.05.2013; 10^ tappa (33° classificato) – 14.05.2013; 11^ tappa (6° classificato) – 15.05.2013; 12^ tappa (116° classificato) – 16.05.2013; 13^ tappa (80° classificato) – 17.05.2013; 14^ tappa (23° classificato) – 18.05.2013; 15^ tappa (17° classificato) – 19.05.2013; 16^ tappa (159° classificato) – 21.05.2013; 17^ tappa (40° classificato) – 22.05.2013; 18^ tappa (cronometro individuale) (10° classificato) – 23.05.2013) senza poter essere sostituito dal corridore successivamente classificato in quanto non sottoposto al controllo antidoping.

Delibera del Giudice Sportivo Nazionale:

Il G.S., letta la decisione n° 09/2013 assunta dal Tribunale Nazionale Antidoping/C.O.N.I. seconda sezione nei confronti dell’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930), risultato positivo al controllo antidoping effettuato in data 28.02.2013 in occasione della gara “64^ Edizione G.P. Citta’ Di Camaiore”, Settore Strada Professionisti, che ha avuto luogo in data 28.02.2013 in Camaiore (LU) organizzata dalla società “Comune Di Camaiore (08J0926)”;

visto ex art. 2.3 del Codice Mondiale Antidoping (art. 21.3 del Regolamento UCI e art. 2.3 NSA) e art. 10.3.1 del Codice Mondiale Antidoping (art. 294.1 del Regolamento Antidoping UCI e art. 4.3.1 NSA) delibera quanto segue:

l’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930) è escluso dall’ordine di arrivo della gara “64^ Edizione G.P. Citta’ di Camaiore” svoltasi il 28.02.2013 in Camaiore (LU) con le relative conseguenze, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi.

L’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930) è inoltre escluso ai sensi dell’art. 8 delle Norme Sportive Antidoping/C.O.N.I. dall’ordine di arrivo della gara “64^ Edizione G.P. Citta’ di Camaiore” svoltasi il 28.02.2013 in Camaiore (LU) con le relative conseguenze, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi.

L’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930) dovrà inoltre provvedere, nel termine di 30 (trenta) giorni a decorrere dalla data di ricezione della presente deliberazione, a restituire alla società organizzatrice della gara di cui trattasi, “Comune Di Camaiore (08J0926)”, c/o Ufficio Turismo, Piazza San Bernardino, 1 – 55041 Camaiore (LU), quanto ricevuto dalla società medesima (premi, medaglie etc.) e informare, per iscritto, questo organo dell’avvenuto adempimento.

La Lega Ciclismo Professionistico della FCI, vorrà disporre i provvedimenti conseguenti all’invalidazione dei punteggi di valorizzazione assegnati all’atleta Francesco Reda e tenere conto della modifica apportata all’ordine d’arrivo.

SETTORE FUORISTRADA – Gara nr. 1950 (49088) – 3^ Prova Circuito Nazionale Gravitalia – Classe: Nazionale – Svoltasi: il 24/25.08.2013 – Corridori: Tutte – Società Organizzatrice: Caldirola Bike ASD (01A2113)

Deliberazione del Giudice Sportivo Nazionale:

il G.S.: letta la denuncia pervenuta dal Presidente di Giuria nel verbale di gara;

Visto l’art. 4 lettera C del R.G.D.F., trasmette gli atti alla Procura Federale per quanto di competenza e omologa il risultato della gara.

IL G.S.N.

Pietro Natalino Pergolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicato n. 2 - G.S.N.

Comunicato N. 2 del 05/03/14

Esaminata la documentazione pervenuta dal Collegio dei Commissari di gara, si provvede alla omologazione delle seguenti gare, rendendo noti gli eventuali provvedimenti adottati.

Delibera del Giudice Sportivo Nazionale

Vista la decisione della II sezione del Tribunale Nazionale Antidoping in ordine all’addebito ascritto all’atleta Danilo Di Luca infliggeva lui la sanzione della squalifica a vita e dichiarava l'invalidazione dei risultati da lui conseguiti, successivamente al prelievo biologico del 29.04.2013, e più precisamente nelle tappe del 96° Giro d’Italia che ha avuto luogo in data 04/26 maggio 2013

Visto il proprio provvedimento pubblicato con Comunicato n. 08 del 24.06. 2013 con il quale si omologavano le gare suddette

Visto il proprio provvedimento pubblicato con Comunicato n.1 del 30.01.2014 con il quale il suddetto atleta veniva escluso dall'ordine di arrivo del 96° Giro d’Italia svoltesi in data 04/26 maggio 2013 con le relative conseguenze, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi

Delibera la modifica del provvedimento di omologazione pubblicato con Comunicato n. 01 del 30.01.2014 mediante l'esclusione dell’atleta Danilo Di Luca dagli di arrivo delle tappe del 96° Giro d’Italia svoltesi in data 04/26 maggio 2013 e in base all’art. 7 lettera a) dell’Appendice Federale alle Norme Sportive Antidoping dichiara vacanti le posizioni conseguite dall’atleta Danilo Di Luca: 1^ tappa (113° classificato) – 04.05.2013; 2^ tappa (cronometro a squadre) (5° classificato) – 05.05.2013; 3^ tappa (66° classificato) – 06.05.2013; 4^ tappa (24° classificato) – 07.05.2013; 5^ tappa (99° classificato) – 08.05.2013; 6^ tappa (131° classificato) – 09.05.2013; 7^ tappa (3° classificato) – 10.05.2013; 8^ tappa (cronometro individuale) (90° classificato) – 11.05.2013; 9^ tappa (7° classificato) – 12.05.2013; 10^ tappa (33° classificato) – 14.05.2013; 11^ tappa (6° classificato) – 15.05.2013; 12^ tappa (116° classificato) – 16.05.2013; 13^ tappa (80° classificato) – 17.05.2013; 14^ tappa (23° classificato) – 18.05.2013; 15^ tappa (17° classificato) – 19.05.2013; 16^ tappa (159° classificato) – 21.05.2013; 17^ tappa (40° classificato) – 22.05.2013; 18^ tappa (cronometro individuale) (10° classificato) – 23.05.2013) senza poter essere sostituito dal corridore successivamente classificato in quanto non sottoposto al controllo antidoping.

Delibera del Giudice Sportivo Nazionale:

Il G.S., letta la decisione n° 09/2013 assunta dal Tribunale Nazionale Antidoping/C.O.N.I. seconda sezione nei confronti dell’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930), risultato positivo al controllo antidoping effettuato in data 28.02.2013 in occasione della gara “64^ Edizione G.P. Citta’ Di Camaiore”, Settore Strada Professionisti, che ha avuto luogo in data 28.02.2013 in Camaiore (LU) organizzata dalla società “Comune Di Camaiore (08J0926)”;

visto ex art. 2.3 del Codice Mondiale Antidoping (art. 21.3 del Regolamento UCI e art. 2.3 NSA) e art. 10.3.1 del Codice Mondiale Antidoping (art. 294.1 del Regolamento Antidoping UCI e art. 4.3.1 NSA) delibera quanto segue:

l’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930) è escluso dall’ordine di arrivo della gara “64^ Edizione G.P. Citta’ di Camaiore” svoltasi il 28.02.2013 in Camaiore (LU) con le relative conseguenze, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi.

L’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930) è inoltre escluso ai sensi dell’art. 8 delle Norme Sportive Antidoping/C.O.N.I. dall’ordine di arrivo della gara “64^ Edizione G.P. Citta’ di Camaiore” svoltasi il 28.02.2013 in Camaiore (LU) con le relative conseguenze, inclusa la perdita di medaglie, punti e premi.

L’atleta Francesco Reda (tess. 452475T Soc. Teamgalli srl 01Q1930) dovrà inoltre provvedere, nel termine di 30 (trenta) giorni a decorrere dalla data di ricezione della presente deliberazione, a restituire alla società organizzatrice della gara di cui trattasi, “Comune Di Camaiore (08J0926)”, c/o Ufficio Turismo, Piazza San Bernardino, 1 - 55041 Camaiore (LU), quanto ricevuto dalla società medesima (premi, medaglie etc.) e informare, per iscritto, questo organo dell’avvenuto adempimento.

La Lega Ciclismo Professionistico della FCI, vorrà disporre i provvedimenti conseguenti all’invalidazione dei punteggi di valorizzazione assegnati all’atleta Francesco Reda e tenere conto della modifica apportata all’ordine d’arrivo.

SETTORE FUORISTRADA - Gara nr. 1950 (49088) – 3^ Prova Circuito Nazionale Gravitalia - Classe: Nazionale - Svoltasi: il 24/25.08.2013 - Corridori: Tutte - Società Organizzatrice: Caldirola Bike ASD (01A2113)

Deliberazione del Giudice Sportivo Nazionale:

il G.S.: letta la denuncia pervenuta dal Presidente di Giuria nel verbale di gara;

Visto l’art. 4 lettera C del R.G.D.F., trasmette gli atti alla Procura Federale per quanto di competenza e omologa il risultato della gara.

IL G.S.N.

Pietro Natalino Pergolari